Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Cliccando sul pulsante Accetto o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più sui cookie o negare il consenso al loro utilizzo consulta la cookie privacy.

Chiesa

Il Castello di Altomonte è posizionato alla sommità del borgo di Altomonte e vicinissimo alla chiesa di Santa Maria della Consolazione che è raggiungibile a piedi con una gradevole e suggestiva passeggiata.

E' uno degli esempi più interessanti di architettura angioina della regione. Filippo Sangineto ne decise la costruzione nel 1336 circa, primo conte di Altomonte, su un precedente edificio normanno dedicato a Santa Maria de' Franchis. In seguito rimaneggiata dai Sanseverino subentrati ai Sangineto

All’interno della chiesa si trova il monumento funerario della famiglia Sangineto, la tomba pavimentale di Cobella Ruffo e il sepolcro di ignoto cavaliere.

Ulteriori opere di pregevole fattura sono, sulla parete sinistra, un affresco che raffigura una santa, che doveva far parte, con ogni probabilità, di un ciclo più vasto, impropriamente detto della Madonna della Consolazione, e, addossato alle pareti del presbiterio, un coro in legno a 37 stalli.

Attiguo alla chiesa è l'ex-convento dei Padri Domenicani, oggi Museo Civico di Altomonte.